SUPERCOMPENSAZIONE: COME IL MUSCOLO SI ADATTA ALL’ALLENAMENTO

supercompensazione2

Qualsiasi persona che si appresta ad andare in palestra ed allenarsi con i pesi oltre a cercare uno stato di benessere e salute generale, sicuramente punta anche ad un miglioramento della propria condizione fisica.

Questo miglioramento, passa attraverso vari stimoli allenanti che permettono al corpo di adattarsi e di stimolare un mutamento della condizione di equilibrio dei processi fisiologici dell’organismo, detta omeostasi.

Questo strappo allo stato di omeostasi, per mezzo dell’allenamento prende il nome di supercompensazione.

Cerchiamo un po’di approfondire questo argomento…

Ogni volta che ci alleniamo sottoponiamo il nostro fisico a degli stress, che stanno ad indicare una condizione di disagio per il nostro corpo.

Il medico austriaco Hans Selye, considerato come il padre fondatore delle ricerche sullo stress, in seguito a degli studi scientifici elaborò la teoria della sindrome generale di adattamento (SGA), secondo cui il fisico reagiva a stimoli ambientali (caldo, freddo, umidità), fisici (allenamento, attività sessuale) e interni (stato d’animo) dando una risposta e quindi un adattamento allo stimolo.

stress e adattamento

La sindrome generale di allenamento passa attraverso tre fasi:

  • fase di allarme, considerata come una fase di shock, nella quale l’organismo subisce l’agente stressante e reagisce mobilitando le sue difese tramite alterazioni di carattere biochimico-ormonale
  • fase di resistenza, nella quale il fisico si predispone difensivamente creando resistenza verso lo stimolo aggressivo che lo colpisce
  • fase di esaurimento, dove il fisico non è più in grado di reagire e perisce a causa dell’agente dannoso

Secondo Selye:

“La completa libertà dallo stress è la morte. Contrariamente a quanto si pensa di solito, noi non dobbiamo, e in realtà non possiamo, evitare lo stress, ma possiamo incontrarlo in modo efficace, e trame vantaggio imparando di più sui suoi meccanismi ed adattando la nostra filosofia dell’esistenza ad esso”.

L’attività muscolare, è uno stress rilevante per l’organismo, che può essere variabile a seconda dell’intensità dell’allenamento stesso e del periodo di riposo tra un allenamento e un altro.

E’ proprio in questa fase di riposo, che si instaurano i processi di adattamento desiderati e prende perciò il nome di fase di adattamento.

Qui entra in gioco la supercompensazione, dove il fisico per non soccombere a uno stesso carico di lavoro migliora il suo stato originale di prestazione.

supercompensazione

Al fine di indurre la supercompensazione sono necessarie due prerogative fondamentali:

  • uno stimolo allenante di adeguata intensità, se sarà troppo blando non sarà sufficiente ad instaurare i processi che portano alla supercompensazione, mentre se sarà troppo intenso il fisico non riuscirà a reagire allo stimolo allenante
  • un riposo idoneo, che se sarà troppo breve non permetterà al corpo di migliorare e se sarà troppo prolungato nel tempo farà tornare il nostro corpo alla condizione di partenza

Se ci alleneremo con un’adeguata intensità e frequenza lo stimolo sarà adeguato affinchè la nostra performance e condizione fisica migliorino in seguito ad ogni allenamento.

La supercompensazione è soggettiva e variabile in base all’età, all’alimentazione, allo stile di vita, al riposo e al grado di allenamento di ogni individuo.

E’ quindi fondamentale pianificare un’adeguata programmazione di allenamento e riposo in base alle proprie caratteristiche.

Questa sarà gradualmente maggiore, andando a modificare nel tempo esericizi e intensità di carichi, serie, ripetizioni e riposi al fine di incrementare costantemente la risposta fisica all’allenamento.

3 pensieri su “SUPERCOMPENSAZIONE: COME IL MUSCOLO SI ADATTA ALL’ALLENAMENTO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...