GLI MCT: UNA CARICA DI ENERGIA SOTTO FORMA DI GRASSI

olio-cocco

In natura possiamo trovare più o meno 600 tipi di grassi diversi.

Sia quelli di origine vegetale, che quelli di origine animale sono ciascuno caratterizzati dal legame tra tre molecole di acidi grassi e una molecola di glicerolo, da cui ne deriva il nome trigliceridi.

La funzione dei grassi è in prevalenza energetica, ma hanno anche funzione plastica, regolano la produzione di ormoni steroidei e svolgono altre importanti mansioni all’interno del corpo umano.

Come già spiegato nell’articolo inerente agli omega 3 che potete ritrovare QUI, la macro categoria dei lipidi  può essere classificata, a seconda del numero di atomi di carbonio e della presenza o meno di doppi legami tra gli atomi.

In base al numero di atomi di carbonio, gli acidi grassi si suddividono in:

  • Acidi grassi a catena corta (da 1 a 5 atomi di carbonio)
  • Acidi grassi a catena media (da 6 a 12 atomi di carbonio)
  • Acidi grassi a catena lunga (oltre 12 atomi di carbonio)

acidi grassi.jpg

I lipidi hanno un metabolismo diverso rispetto a proteine e carboidrati.

L’alimentazione quotidiana è costituita in gran parte da acidi grassi a catena lunga (LCT), che sono poco solubili in acqua.

Devono, quindi, seguire un elaborato processo digestivo che li porta, prima ad essere attaccati dalle lipasi gastriche nello stomaco e poi, una volta raggiunto l’intestino, vengono aggrediti dai sali biliari che danno la possibilità alle lipasi pancreatiche di scinderli in monogliceridi ed acidi grassi liberi.

Una volta assorbiti dall’intestino vengono riassemblati in trigliceridi e incorporati dai chilomicroni, delle lipoproteine, che hanno la funzione di trasportarli ai tessuti attraverso il sistema linfatico e successivamente tramite il flusso sanguigno.

Una volta in circolo vengono scissi nuovamente dalla lipoprotein-lipasi in glicerolo ed acidi grassi.

Qui gli acidi grassi possono essere veicolati nei mitocondri del tessuto muscolare tramite la carnitina (il trasportatore degli acidi grassi nei mitocondri) per essere ossidati, oppure negli adipociti per essere conservati.

Particolari caratteristiche presentano, invece, gli acidi grassi a Media Catena o MCT (Medium Chain Triglycerides).

Gli acidi grassi a catena media essendo maggiormente idrosolubili, una volta assorbiti dall’intestino bypassano la creazione di chilomicroni e le vie linfatiche e vengono immessi direttamente nel circolo portale che li porta al fegato e successivamente nel torrente ematico.

Non necessitando della carnitina per entrare nei mitocondri, penetrano facilmente le membrane cellulari, dove possono essere utilizzati per produrre energia.

metabolismo dei grassi.png

Questo li rende molto interessanti sotto alcuni aspetti.

Essi infatti:

  • Sono più solubili e vengono digeriti molto più velocemente
  • Entrano direttamente nei mitocondri, senza necessità della carnitina, dove subiscono rapidamente beta ossidazione

I principali acidi grassi a catena media sono l’acido capronico (C6), l’acido caprilico (C8), l’ acido caprico (C10), e l’acido laurico (C12).

Dal momento che il valore energetico degli acidi grassi è collegato al numero di atomi di carbonio, gli acidi grassi a catena media, hanno con 8,3 calorie/g di grasso, un potere energetico minore rispetto a quelli a catena lunga, di 9,2 calorie/g di grasso.

A quale scopo e che benefici comporta l’utilizzo degli acidi grassi MCT?

Gli MCT vengono generalmente considerati una fonte energetica a rapido utilizzo, e vengono pertanto utilizzati come fonte alternativa all’utilizzo dei carboidrati, dando la possibilità di risparmiare a livello muscolare glicogeno e aminoacidi.

Questa loro peculiarità può essere sfruttata in fasi ipocaloriche, dove molto spesso l’utilizzo di glucidi è limitato.

In fase ipercalorica e iperglucidica, invece, frequentemente vi è una riduzione dell’affinità con i grassi.

Favorendo la termogenesi e conservando la capacità del corpo di ricavare energia tramite la beta ossidazione, i grassi MCT aiutano a mantenere attivo il metabolismo lipidico.

I principali vantaggi derivanti dal loro utilizzo, quindi, sono:

  • non vengono stoccati nel tessuto adiposo sotto forma di energia di riserva
  • alto potere saziante, maggiore rispetto agli acidi grassi a catena lunga
  • aiutano a regolare i livelli ormonali
  • benefici per quanto riguarda la riduzione del colesterolo “cattivo” LDL e allo stesso tempo un discreto aumento del colesterolo “buono” HDL
  • hanno proprietà dimagranti e una propensione a ridurre il grasso addominale, utile soprattutto in condizioni di obesità e di sindrome metabolica
  • stimolano le difese immunitarie
  • utili in caso di malassorbimento intestinale, poiché svolgono importanti benefici per il microbiota

Olio di -cocco.jpg

In ambito medico, invece, sono utilizzati:

  • in pazienti che presentano un malassorbimento di grassi a livello intestinale, per la loro maggior facilità di digestione
  • quando vi è la necessità di impostare un piano dietetico su base chetogenica con MCT come in epilessie farmaco resistenti e non responsive ad altri trattamenti dietetici come Atkins, basso indice glicemico o dieta chetogenica classica
  • in associazione con fitosteroli e acidi grassi omega-3, riportano risultati positivi per quanto riguarda il miglioramento del profilo cardiovascolare in pazienti in sovrappeso
  • combinati con una dieta povera di grassi si sono rivelati utili nel trattamento della linfangectasia intestinale
  • di frequente somministrati nell’alimentazione per via parentale per l’alto potere calorico rispetto ai glucidi e il rapido utilizzo da parte del corpo a fini energetici
  • è stato visto che migliorano le condizioni cliniche e nutrizionali di pazienti affetti da patologie croniche polmonari, pancreatiche ed epatiche
  • hanno attività protettiva nei confronti del cancro

energia sport

In ambito fitness si può trarre vantaggio dall’utilizzo degli MCT se inseriti nei momenti più favorevoli:

  • pre workout, in associazione con tè verde, caffeina, tirosina, fenilalanina o DMAE a scopo stimolante ed energetico
  • al mattino a digiuno, quando si pratica il digiuno intermittente, poichè è in grado di amplificarne gli effetti senza interrompere il digiuno
  • al mattino, se si segue una dieta chetogenica, in quanto accelerano l’ingresso in chetosi
  • in caso di competizione sportiva, in associazione a una dieta con carboidrati, contribuirebbero a presentare energia pronta anche da fonti lipidiche
  • a digiuno, associato a probiotici e glutammina per migliorare la salute del microbiota intestinale
  • al mattino dopo un cheat meal, per migliorare l’ossidazione dei grassi

Ma, dove possiamo trovare in natura i grassi MCT?

I grassi MCT sono contenuti nei derivati grassi del latte (burro, panna, crema di latte) nell’olio  di mandorla, e in maggior parte nell’olio di palma e nell’olio di cocco.

L’olio di cocco contiente più del 60% di grassi MCT, ma soprattutto acido laurico (C12).

Composizione olio di cocco

L’acido laurico è conosciuto per essere naturalmente antimicrobico, antibatterico e antivirale.

È un ottimo grasso  per la salute della pelle e diversi studi hanno dimostrato che aiuta a contrastare  efficacemente l’acne.
Viene, difatti, spesso utilizzato anche come crema per viso e corpo o come impacco sui capelli.

In cucina può essere utilizzato così com’è con pane o fette biscottate, come condimento sulle verdure oppure come sostituto dell’olio d’oliva in padella.

Come integratore i grassi MCT si possono trovare in svariati formati: in polvere, in pratiche softgel oppure sotto forma di cocco essicato, come farina o olio.

QUESTI ED ALTRI INTEGRATORI LI POTETE TROVARE SCONTATI DEL 25%

->QUI<-

Prima di iniziare qualsiasi tipo di integrazione consultare il parere del medico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...