COME SOPRAVVIVERE ALLE ABBUFFATE NATALIZIE

abbuffate-natalizie.jpg

E’ arrivato il Natale!

Si aprono i regali, si festeggia e ovviamente… ci si abbuffa!

Su diciamocelo cosa c’è di più bello e appagante del cenone di Natale?

Le feste natalizie sono un ottimo modo per rilassare mente e corpo concedendosi un po’ di riposo in famiglia.

Se però avete paura di esagerare troppo durante le feste e non volete passare l’anno nuovo sentendovi in colpa per gli eccessi natalizi vediamo qualche pratico consiglio su come gestire al meglio le abbuffate.

IL DIGIUNO INTERMITTENTE

Se non avevate mai preso in considerazione prima d’ora questa tecnica questo periodo è un ottimo momento per provare.

Lasciate perdere chi vi dice che saltare i pasti rallenta il metabolismo o che quando mangerete ingrasserete ancora di più.

Semplicemente se volete mangiare più tranquilli durante il cenone o il pranzo di Natale potete stare più leggeri durante i pasti precedenti.

Questo vi permetterà di poter concentrare una maggior quantità di calorie e macronutrienti durante un singolo pasto.

Potete ad esempio saltare gli spuntini il giorno del cenone e stare più leggeri a pranzo oppure saltare la colazione e mangiare direttamente a pranzo il giorno di Natale.

Ricordatevi che a far la differenza é sempre il totale delle calorie che introducete durante tutto il giorno e non quelle di un singolo pasto.

Quindi perché non sfruttarlo a nostro favore, no?

ALLENATEVI

Certo, le feste sono anche un momento di relax e di riposo.

Però se ne avete voglia e ne avete la possibilità non c’è niente di meglio che mantenere attivo lo stimolo anabolico attraverso l’allenamento.

Se avete la possibilità di usare i pesi sono consigliati lavori prettamente metabolici che vanno ad esaurire le scorte di glicogeno pre abbuffate.

Questo è fondamentale affinchè i macronutrienti in ingresso vengano veicolati al miocita muscolare piuttosto che all’adipocita, quindi più semplicemente le sostanze nutritive verranno spinte verso il muscolo piuttosto che trasformate in grasso.

Un allenamento post sgarro invece vi consentirà di allenarvi al massimo avendo un ottimo pump grazie alle scorte di glicogeno piene.

Se la palestra è chiusa, invece, potete cimentarvi in casa in qualche serie di push-up, squat, burpees, affondi e plank a corpo libero combinati con circuiti HIIT di 20-30 minuti o magari un’ora di corsa al parco.

USARE CIBI MAGGIORMENTE SAZIANTI E BERE PIU’ ACQUA

Una valida strategia è cominciare a mangiare partendo con cibi maggiormente sazianti e dalla bassa densità energetica.

Sarebbero quindi da preferire proteine magre e alimenti ricchi di fibre.

Mangiare una buona quantità di verdure, invece, permette di riempire il tratto gastro-intestinale apportando quantità esigue di calorie.

Ci ritroveremo così al momento del pasto principale già piuttosto sazi e quindi introdurremo meno calorie.

Molto utile a questo fine è anche l’introduzione di mezzo litro di acqua prima del pasto.

Limitare, invece, il consumo di alcolici che oltre ad avere circa 7 Kcal ogni grammo di alcol, vanno ad influire sui livelli della leptina, abbassando il senso di sazietà.

PREVENIRE TAGLIANDO CALORIE E GRASSI IN FAVORE DEI CARBOIDRATI

Tagliare il quantitativo di grassi nel periodo pre sgarro (3-4 giorni prima) anche del 50% metterà il corpo in condizione di forte deficit calorico.

Mantenendo però alto il quantitativo di carboidrati terremo elevato il tasso metabolico evitando di mettere il corpo in condizione di eccessivo stress.

Se allo stesso tempo aumentiamo la densità e il volume dell’allenamento arriveremo alle feste natalizie con il corpo affamato di energia e potremo andare a compensare questa forte richiesta con dei pasti ricchi di carboidrati che il corpo brucerà sotto forma di calore.

Preferire quindi sgarri ricchi di carboidrati piuttosto che di grassi.

RILASSATEVI

Stare rilassati terrà a bada il cortisolo e vi permetterà di godere a pieno delle feste.

Fate quello che vi sentite di fare senza troppe paranoie, non sarà un allenamento in meno e qualche migliaio di calorie in più a rovinare il lavoro di un anno intero.

Ricordatevi che a fare la differenza sarà quello che farete durante tutto l’arco dell’anno e non qualche giorno di eccesso calorico.

Lo sgarro, se controllato, oltre a non influire così negativamente sui livelli di grasso corporeo è anzi un ottimo modo per portare appagamento a livello psicologico e ripartire più forti di prima.

 

Per concludere, divertitevi, mangiate e non dimenticate di muovervi.

Come dice il detto: “Non si ingrassa da Natale a Capodanno, ma da Capodanno a Natale”.

 

BUON NATALE E BUONE FESTE!

 

buon-natale.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...